le 4 fasi del bornout

Le 4 fasi del Bornout, stress e lavoro.

Condividi

Sì, il burnout è comunemente descritto attraverso un modello a quattro fasi, anche se va notato che queste fasi possono variare leggermente a seconda delle fonti.

Le Quattro fasi del Burnout

Bornout fase 1: Entusiasmo e Impegno Iniziali

Nella fase iniziale del burnout, individui mostrano un livello elevato di entusiasmo e dedizione al lavoro. Questa fase è caratterizzata da una forte motivazione, un senso di realizzazione e un impegno profondo verso le responsabilità lavorative. Tuttavia, è importante notare che questo entusiasmo può portare a un eccessivo coinvolgimento nel lavoro, predisponendo la persona alle fasi successive del burnout.

Sintomi iniziali:

  • Motivazione elevata e focalizzata.
  • Impegno costante e dedizione al lavoro.

Fase 2: Stagnazione e Crescente Pressione

Con il passare del tempo, la seconda fase del burnout si manifesta con una crescita della pressione lavorativa e una sensazione di stagnazione. Gli individui iniziano a percepire un aumento delle aspettative e delle responsabilità, senza corrispondenti gratificazioni o avanzamenti. In questa fase, il carico di lavoro può diventare opprimente, causando un progressivo deterioramento del benessere emotivo.

Manifestazioni:

  • Stallo nelle opportunità di crescita professionale.
  • Aumento dello stress e della pressione lavorativa.
  • Senso di disorientamento riguardo al proprio percorso professionale.

Fase 3: Frustrazione e Sintomi Pronunciati

La terza fase del burnout è segnata da una crescente frustrazione e da sintomi più pronunciati. Gli individui sperimentano una sensazione di inefficacia, ansia persistente e affaticamento mentale ed emotivo. La frustrazione crescente può influire negativamente sulle dinamiche relazionali e sulla qualità del lavoro, portando a una diminuzione della soddisfazione professionale.

Manifestazioni:

  • Sensazione di inefficacia e mancanza di realizzazione.
  • Manifestazioni di ansia e preoccupazione costante.
  • Affaticamento emotivo e mentale evidente.

Fase 4: Esaurimento Totale

L’ultima fase del burnout è caratterizzata da un completo esaurimento fisico e mentale. Gli individui raggiungono un punto critico in cui la loro capacità di affrontare lo stress è completamente compromessa. Questa fase può portare a una perdita totale di interesse per il lavoro, depressione e un esaurimento emotivo che si riflette nella sfera personale e professionale.

Sintomi critici:

  • Profonda depressione e disinteresse totale.
  • Esaurimento emotivo, con impatto sulla salute mentale.
  • Perdita significativa di motivazione e energie vitali.

Cause del Burnout: Un’Analisi Dettagliata

Le cause del burnout possono derivare da eccessivo carico di lavoro, mancanza di supporto, e problemi organizzativi. La gestione efficace richiede l’identificazione e la risoluzione di questi fattori.

Strategie di prevenzione e gestione del Burnout

  1. Equilibrio Lavoro-Vita: Definire chiari confini tra lavoro e vita personale.
  2. Supporto Psicologico: Ricerca di consulenza psicologica per affrontare lo stress.
  3. Comunicazione Aperta: Favorire un ambiente di lavoro con una comunicazione aperta.
  4. Programmi di Benessere: Implementare programmi aziendali per promuovere il benessere dei dipendenti.
  5. Gestione dello Stress: Fornire strumenti pratici per gestire lo stress quotidiano.
Fuse

Il dr. Fausto Girone è Psicologo-Psicoterapeuta ad indirizzo cognitivo-comportamentale e terapeuta EMDR – I e II Liv. – (Eye Movement Desensitization and Reprocessing). E’ socio ordinario S.I.T.C.C. e dell’ Associazione EMDR Italia.
Specializzazione quadriennale in Sessuologia Clinica conseguita presso A.I.S.P.A Milano

©2018 Faustogirone.com - Milano, Viale Gran Sasso, 28 - fausto.girone@gmail.com | tel 334.264.7626 | Web Agency