Calo del desiderio maschile farmaci o terapia Pro e contro

Calo del desiderio maschile: farmaci o terapia? Pro e contro.

Condividi

Il calo del desiderio sessuale maschile è una problematica che può influire significativamente sulla qualità della vita di un individuo e sulle dinamiche relazionali. Due approcci comuni per affrontare questa situazione sono l’uso di farmaci che inducono l’erezione e la terapia psicologica. In questo articolo, esploreremo le differenze tra queste due opzioni di trattamento, evidenziando i loro benefici e le considerazioni importanti.

Farmaci Induttori dell’Erezione: Un Approccio Rapido

Meccanismo d’Azione

I farmaci sono noti per la loro capacità di aumentare il flusso sanguigno al pene, facilitando l’erezione. Questi farmaci appartengono alla classe degli inibitori della fosfodiesterasi di tipo 5 (PDE5).

Vantaggi

  1. Risposta Rapida: I farmaci induttori dell’erezione spesso forniscono una risposta rapida, consentendo agli uomini di ottenere e mantenere un’erezione in tempi relativamente brevi.
  2. Facilità d’Uso: La somministrazione di questi farmaci è generalmente semplice e può essere fatta poco prima dell’attività sessuale.
  3. Efficacia: Molte persone trovano che questi farmaci siano efficaci nel migliorare la funzione erettile.

Considerazioni

  1. Effetti Collaterali: Alcuni uomini possono sperimentare effetti collaterali come mal di testa, disturbi visivi e congestione nasale.
  2. Non Affronta le Cause Sottostanti: Questi farmaci trattano i sintomi, non le cause sottostanti del calo del desiderio.

Terapia Psicologica: indagine delle cause profonde

Approccio

La terapia psicologica, come la terapia cognitivo-comportamentale o la terapia sessuale, si concentra sull’identificazione e sul trattamento delle cause psicologiche del calo del desiderio.

Vantaggi

  1. Affronta le Cause Sottostanti: La terapia psicologica mira a individuare e risolvere i problemi psicologici o emotivi che potrebbero contribuire al calo del desiderio.
  2. Soluzione a Lungo Termine: Offre una soluzione più duratura, poiché lavora sulla radice del problema anziché solo sui sintomi.

Considerazioni

  1. Richiede Tempo: Il processo terapeutico può richiedere più tempo rispetto all’assunzione di farmaci.
  2. Impegno Personale: Richiede un impegno personale nell’esplorare e affrontare le questioni emotive sottostanti.

Scelta Individuale e Approccio Integrato

La scelta tra farmaci induttori dell’erezione e terapia psicologica dipende dalle preferenze individuali, dalla gravità del problema e dalle cause sottostanti. In molti casi, un approccio integrato che combina entrambe le opzioni può essere efficace.

Considerazioni Finali

Il calo del desiderio sessuale maschile è una questione complessa che richiede una valutazione individuale. La consulenza di professionisti medici e psicologi può aiutare a determinare il percorso migliore per affrontare questa problematica. In ogni caso, è essenziale riconoscere che sia la soluzione farmacologica che quella psicologica sono valide, e la scelta dipenderà dalle esigenze e dalle preferenze specifiche di ciascun individuo.

Fuse

Il dr. Fausto Girone è Psicologo-Psicoterapeuta ad indirizzo cognitivo-comportamentale e terapeuta EMDR – I e II Liv. – (Eye Movement Desensitization and Reprocessing). E’ socio ordinario S.I.T.C.C. e dell’ Associazione EMDR Italia.
Specializzazione quadriennale in Sessuologia Clinica conseguita presso A.I.S.P.A Milano

©2018 Faustogirone.com - Milano, Viale Gran Sasso, 28 - fausto.girone@gmail.com | tel 334.264.7626 | Web Agency